Tel. 06 64564331
 
 

10 settembre 2015


Una startup contro l’errore terapeutico

In Italia ogni giorno muoiono 90 persone per errore medico e 320.000 all’anno subiscono un danno quantificabile in 10 miliardi di euro, ovvero l’1% del PIL (fonte: Assinform, 2004), tra questi, gli errori di terapia in reparto incidono per circa il 30% (fonte: Commissione Tecnica sul Rischio Clinico, istituita dal Ministero della Salute).

In questo scenario apocalittico si inserisce Farmosa, una startup innovativa creata con l’ambizioso obiettivo di eliminare l’errore farmacologico e assicurare al paziente la migliore terapia possibile.

Come risolve il problema?

Farmosa utilizza un servizio cloud-based, ottimizzato sia per computer che tablet o smartphone, che:

  • consente al medico di prescrivere la terapia giornaliera di ogni paziente con pochi click
  • segnala prontamente eventuali interazioni negative tra farmaci
  • controlla l’effettiva e corretta somministrazione da parte del personale infermieristico.